Categorie

 

Team di sviluppo:
  • Produttore esecutivo: Hironobu Sakaguchi
  • Regia: Yoshinori Kitase
  • Programmazione: Ken Narita
  • Direzione artistica: Yûsuke Naora
  • Sceneggiatura: Kazushige Nojima, Yoshinori Kitase
  • Storia: Hironobu Sakaguchi, Tetsuya Nomura
  • Musiche: Nobuo Uematsu
  • Design dei personaggi: Tetsuya Nomura
  • Illustrazioni: Yoshitaka Amano

 

Date di uscita:
JAPUSAEUR
 PlayStation31-01-199703-09-199717-11-1997
 PC24-06-199824-06-1998
 PlayStation Network16-04-200902-06-200904-06-2009
 PC (re-release)16-05-201314-08-201214-08-2012
 PC/Steam04-07-201304-07-201304-07-2013
 Dive In09-10-2014
 iOS19-08-201519-08-201519-08-2015
 PlayStation 405-12-201505-12-201505-12-2015
 Android06-07-201606-07-201606-07-2016
 PlayStation 4 (remake)TBATBATBA

 

Il luogo è Midgar, un’immensa città controllata dal mega-conglomerato Shinra. La situazione è tesa da quando gli Avalanche hanno riunito le loro forze per contrastare Shinra, che sta assorbendo tutta l’energia e distruggendo le risorse naturali del pianeta. Allora vesti i panni di Cloud e cerca di vincere la diffidenza dei tuoi compagni e di diventarne il capo…

 

 

Dopo tre anni di lavoro, voci e pettegolezzi vari, la Square tornò sul mercato videoludico con Final Fantasy VII. Il gioco fu uno dei primi compatibili con quella che all’epoca era la console di ultima generazione, ovvero la prima PlayStation. Grazie al suo successo, il gioco uscì presto anche in versione PC. La lotta di Cloud Strife contro i perfidi piani della Shinra Corporation, contro Sephiroth e le reminiscenze del suo misterioso passato fanno della trama un vero capolavoro, mentre l’ambientazione tecno-magica e i personaggi principali sono divenuti delle icone della PlayStation. I tre dischi del gioco sono stati riempiti con una grafica sontuosa (per la prima volta nella storia della serie, in 3D), una trama intricata e una giocabilità da brivido.
Il numero dei personaggi che compongono il party scende a tre. Tornano personaggi con il nome di Cid, Biggs e Wedge, alcune classiche invocazioni (come Ifrit, Shiva, Ramuh e Alexander), così come gli immancabili chocobo. Pur conoscendo l’architettura a 32-bit della PSOne e le sue eccezionali capacità 3D, nessuno avrebbe mai sospettato che un RPG potesse essere così bello e che diventasse una vera e propria “killer application” (venne infatti definito come “il gioco che vendette la PlayStation”). Purtroppo in Italia il videogioco non è mai stato tradotto nella nostra lingua, pur trattandosi del capitolo che ha venduto più copie in tutto il mondo: entro il 1999 ne furono vendute più di 8 milioni. Final Fantasy VII fu il primo titolo della saga ad essere distribuito in Europa ed Australia, nonché il primo a mantenere lo stesso nome sia in Giappone che in Nord America.
Sfruttando la popolarità del gioco, nel 2004 la Square ha deciso di produrre alcuni prequel e sequel collegati in qualche modo alla trama originale di FFVII. In questo modo è nata la Compilation of FFVII, composta da Final Fantasy VII stesso più altri quattro titoli: Before Crisis, Crisis Core, Advent Children e Dirge of Cerberus. Il 16 giugno 2015, in occasione dell’E3, Square Enix annunciò ufficialmente l’inizio dello sviluppo del remake del gioco, intitolato Final Fantasy VII Remake, con Yoshinori Kitase nuovamente nelle vesti di produttore, Kazushige Nojima in quelle di sceneggiatore, e Tetsuya Nomura nel ruolo di director. Fu confermato inoltre il contributo dell’artista italiano Roberto Ferrari nella realizzazione di diversi personaggi secondari, tra cui Wedge, Biggs e Jessie.