Categorie

Final Fantasy IX / Tetra Master

Il Tetra Master è un gioco di carte ampiamente diffuso tra gli abitanti di Gaya. Al contrario del Triple Triad dell’ottavo capitolo della serie, il gioco di carte di Final Fantasy IX è piuttosto ostico, almeno inizialmente. Con questa guida speriamo di farvi apprendere tutto ciò che dovete sapere per giocare.

Innanzitutto, il gioco del Tetra Master conta 100 carte, suddivise a loro volta in 8 differenti categorie:

1. Eidolon
2. Arma
3. Nave
4. Mostro
5. Località
6. Speciale
7. Oggetto
8. Magia

Ogni singola carta possiede:

1. una figura, rappresentante l’immagine della categoria d’appartenenza;
2. degli HP, i punti vita della carta;
3. dei triangoli, che rappresentano i punti di attacco e di difesa della carta (se sarete voi a posizionare la prima carta in campo i triangoli assumeranno un potere d’attacco, viceversa di difesa);
4. i parametri (generalmente sono 3 numeri ed una lettera ma, in una carta particolarmente potente, possono esserci più lettere).

 

Parametri

I parametri sono composti da 4 valori:

– Il primo valore equivale al potere d’attacco che, variando da 0 a 9, rappresenta la capacità offensiva della carta. Se una carta è molto potente entrano in gioco le lettere dalla A alla F.

– La lettera vicino ai numeri, invece, rappresenta il tipo di attacco che si può effettuare.
Può presentarsi di quattro tipi:

P (attacco fisico)
M (attacco magico)
X (l’attacco è indirizzato verso il parametro più debole tra difesa fisica e magica della carta avversaria)
A (l’attacco è indirizzato verso il parametro più debole)

– Il terzo parametro rappresenta la difesa fisica della carta, che varia con i medesimi valori del potere d’attacco: da 0 a 9 o da A ad F.

– Il quarto parametro rappresenta invece la difesa magica della carta, i cui valori possono variare sempre da 0 a 9 o da A ad F.

 

Per giocare

Per cominciare a giocare dovete possedere almeno 5 carte.
Avvicinatevi a una persona e premete il tasto Cerchio (tenete presente che non tutti vorranno giocare).
Successivamente, dovrete scegliere le 5 carte con cui giocare. Dopo questo procedimento si aprirà una griglia 4×4, dove i giocatori posizioneranno le carte a turno (può capitare che alcuni spazi siano bloccati). Per vincere la partita si devono avere, alla fine, la maggioranza delle carte del proprio colore.
La partita ha termine quando non ci sono più spazi liberi in cui posizionare le carte.
Al termine di una partita, il vincitore ottiene una carta a scelta tra quelle usate dall’avversario (tranne se esegue un “Perfetto”). Spiegate le basi del gioco, veniamo al “cuore” dalla partita: lo scontro tra le carte.

Per rovesciare la carta dell’avversario bisogna far sì che la vostra vinca la sfida contro quella avversaria. Il modo più semplice per farlo è posizionare una carta con il triangolo giallo rivolto verso il lato di una carta avversaria privo di triangolo: in questo caso la carta diventa automaticamente del vostro colore.
Le cose cambiano quando entrambe le carte hanno triangoli posizionati su lati adiacenti l’uno all’altro; quando, in altre parole, si ha uno scontro frontale tra due carte. In questo caso appare un numero sul dorso della carta, ad indicarne gli HP: quando raggiungono lo 0, la carta viene girata. A determinare l’esito dello scontro tra due carte vi sono, innanzitutto, per la carta che attacca, le prime due cifre: la seconda indica se la carta è in grado di sferrare un attacco fisico piuttosto che magico (in realtà anche X e A, ma per il momento trattiamo il caso più semplice), mentre la prima indica quanto potente sarà quest’attacco.
Sul dorso della carta attaccata compariranno gli HP, che però in questo caso dipenderanno dal terzo o quarto valore, a seconda del tipo di attacco, fisico oppure magico.
I quattro valori di cui ho parlato sotto la voce “Parametri”, escluso il secondo, come ho già detto, possono essere rappresentati da numeri da 1 a 9, oppure da lettere dalla A alla F. Questi valori indicano l’HP della carta, che sarà equivalente ad un valore compreso in un intervallo tra due numeri. Non indicano assolutamente che gli HP della carta saranno determinati casualmente di volta in volta in quel range di valori. In realtà ogni carta ha i propri HP, che non variano da una partita all’altra. A voi il compito di cercare di scoprire il valore HP di ogni vostra carta, in quanto sul dorso di ognuna di esse non c’è scritto in modo palese qual è, bensì l’intervallo dentro il quale è compreso.
Di seguito trovate indicate le varie fasce e gli intervalli corrispondenti:

 

0 2 – 15
1 16 – 31
2 32 – 47
3 48 – 63
4 64 – 79
5 80 – 95
6 96 – 111
7 112 – 127
8 128 – 143
9 144 – 159
A 160 – 175
B 176 – 191
C 192 – 207
D 208 – 223
E 224 – 239
F 240 – 255

 

Grazie a questa tabella è possibile intuire a spanne quale possa essere l’HP della carta nemica.
La perdita di HP da parte della carta è totalmente casuale. Se non lo fosse, le carte perderebbero sempre contro carte più forti. Chiaramente, nonostante la presenza di questo fattore casuale nel Tetra Master, una carta con 10 HP, per quanto veloce nel togliere HP, ha ben poche chance di sopraffarne una dotata di 200 HP.

Per quanto riguarda i tipi di attacco A (anch’essi possono essere l’evoluzione di un parametro P o M di una carta, però, come ho già detto, questo non vale per tutte le carte), si tratta di due attacchi speciali. La carta che attacca con X va a colpire il 3° o il 4° parametro della carta nemica, scegliendo il valore tra questi più basso. L’attacco A è molto particolare, perché, oltre a colpire il valore della carta nemica più basso in assoluto (cioè il 1°, il 3° o il 4°) lo fa attaccando non con il proprio 1° valore, ma con quello più alto che possiede (scegliendo ovviamente fra 1°, 3° e 4°). Questo porta ad una conseguenza: se questa carta subisce molti attacchi, ciò farà innalzare un valore di difesa (fisica o magica a seconda dell’attacco subito) di essa; ora: se questo valore di difesa supera quello di attacco per il Level Up la carta si troverà ad attaccare con uno di quelli, e questo fatto non permetterà più alla carta di attaccare con il 1° valore (perché non è il più alto e non c’è più alcun modo di alzarlo, dato che attacca con un altro).
Solo le carte molto rare hanno o possono raggiungere il grado A.

 

Regole

– Cambio Semplice
Se si posiziona un triangolo verso la carta avversaria e quest’ultima non ha nessun triangolo in opposizione, la carta cambia colore.

– Battaglia
Se il triangolo si scontra con un altro triangolo, entrano in gioco i parametri e gli HP: chi ha i parametri e gli HP maggiori alla fine dello scontro risulterà vincitore, e girerà la carta dell’avversario rendendola del proprio colore.

– Combo
Rovesciando una carta e facendola del proprio colore, questa rovescia a sua volta le carte adiacenti verso le quali sono rivolti dei triangoli.

– Perfetto
Se, al termine di una partita, tutte le carte sono dello stesso colore, il giocatore a cui corrisponde quel colore vince tutte e 5 le carte utilizzate dall’avversario.

 

Level Up delle carte

Le carte vengono potenziate in base al loro uso: più vengono sfruttate in battaglia più i loro parametri si alzano, arrivando anche a dei veri e propri Level Up.
Gli HP non sono da meno: come i parametri, essi possono salire allo stesso modo della potenza di attacco. C’è però da dire che questi Level Up non sono affatto infiniti. Le carte più deboli e comuni (come Goblin e Phang), infatti, non supereranno mai valori come 1 o 2, in nessun parametro.
Le carte rare, invece, sono le uniche a poter arrivare a valori come B, C o addirittura E ed F (il massimo).

 

Livello giocatore

Il livello giocatore indica il progresso nel collezionare tutte le 100 carte.
Per ogni carta nuova acquisita, si ottengono dei punti (la quantità varia a seconda della potenza e della rarità della carta). Raggiunta una certa quantità di punti, il livello giocatore sale.
I livelli sono in tutto 32, l’ultimo dei quali è l’ambito livello “Collezionista” (per raggiungerlo dovrete ottenere non meno di 1700 punti). Ma, per raggiungere questo livello, potrebbe non bastare possedere tutti i 100 tipi di carte: dovrete anche potenziare le carte che già possedete fino al livello massimo.

Si può visualizzare il proprio livello giocatore (insieme ai punti ottenuti finora) nel menu, alla voce “Carte”.

 

Luoghi utili dove trovare nuove carte

Per trovare tutte e 100 le carte, bisognerà cominciare a lavorare prima della fine del Disco 3. Infatti solo qui troverete alcune carte che saranno introvabili più avanti.
Il posto più frequentato dai giocatori di carte è senz’altro il Cartodromo di Toleno, l’unica città in cui gli abitanti considerano il Tetra Master un vero must (tanto che faticherete a trovare qualcuno che non sia desideroso di sfidarvi). Nel Cartodromo si svolge un torneo di carte al quale potrete partecipare per potenziare le vostre carte sfidando tutti gli altri partecipanti.
Una volta dentro la struttura potrete scegliere chi sfidare: vi conviene salvare prima di giocare, perché alcune partite potrebbero risultare un po’ insidiose, specialmente per i neofiti.
Altro indiscutibile posto per arricchire la vostra collezione di carte è il Luogo dei Ricordi.
Una volta dentro, perlustrando qua e là potrà apparire il solito “!” sulla testa di Gidan: se premerete X non succederà niente, ma se premerete Cerchio potrete sfidare a carte uno dei cinque fantasmi presenti in totale. I fantasmi sono giocatori molto abili e possiedono carte molto rare, perciò dateci dentro e misurate la vostra bravura.

A partire dal Disco 4, potrete ottenere buone carte anche nei luoghi riportati qui sotto:

 

Luogo  Persona/e
Chocoparadiso  Cicciochocobo
Daguerreo  Sfidate Quattro Mani e lo studioso vicino al fabbro
Toleno  Giocate con i due fratellini che da grandi sognano di diventare nobili
Villaggio dei Maghi Neri  I Maghi Neri e i Jenoma
Madain Sari  Lanì (per non farla scappare, togliete dalla squadra Amarant e Garnet)

 

Tenete presente che alcuni giocatori dovranno essere sconfitti più di una volta, prima che comincino a giocare sul serio sfoggiando le loro carte migliori.

 

Elenco completo delle carte

Le carte sono elencate nello stesso ordine in cui appaiono nel gioco, dentro il menu:

 

Colonna Carte
I Goblin, Phang, Skelton, Gelatina, Zacmal, Anphibios, Zombie, Piros, Aironet, Sahagin
II Yeti, Mimik, Watanka, Mandragola, Crowler, Sand Scorpion, Ninpha, Sand Golem, Zuu, Dragonfly
III Askaride, Cerberus, Antoleon, Kyactus, Scrocca Mao, Ragtime Rat, Boggy, Larvadyus, Ochu, Troll
IV Skarabeus, IT, Zemzelet, Strowber, Dantarian, Grand Dragon, Aerosoleas, Okulum, Hoga, Armstrong
V Assur, Alyadin, Gargoyle, Vepal, Grimrock, Tomberry, Alyman, Garuda, Molboro, PingoPongo
VI Abadon, Behemoth, Tythan, Shinryu, Ozma, Hades, Sancta, Meteo, Flare, Shiva
VII Ifrit, Lamù, Atomos, Odino, Leviathan, Bahamut, Arka, Fenril, Madein, Alexander
VIII Excalibur II, Ultima Weapon, Masamune, Elisir, Materioscura, Fiocco, Megaracchetta, Save the Queen, Genji, Mithril Sword
IX Narciso Blu, Hilda Garde III, Invincible, Cargoship, Hilda Garde I, Red Rose, Primavista, Wildgans, Chocobo, Cicciochocobo
X Mogu, Rana, Scaraburi, Alexandria, Lindblum, Due lune, Gargant, Nemingway, Boko, Idrovolante

 

 

Black Jack

Potrete giocare un’ultima volta al Tetra Master nel mini-gioco Black Jack, dopo il filmato finale del gioco, quando appare la scritta “The End” (vedi “Missioni secondarie”).

 

Il Tetra Master in Final Fantasy XI

Il Tetra Master è stato inserito anche in Final Fantasy XI (e relative espansioni), come sotto-gioco completamente avulso dalla trama principale. Per giocarci è necessario pagare un canone mensile di circa 1 euro, che chiaramente si sommerà al canone necessario per poter giocare a Final Fantasy XI.
In questa versione del Tetra Master, le regole di gioco sono rimaste intatte rispetto a quelle della versione originale. Le poche differenze consistono in un maggior numero di carte (con l’aggiunta della categoria “Personaggi”) e la presenza delle “Gilde”.
Le Gilde sono dei gruppi formati da abili giocatori di carte. Il giocatore deve iscriversi ad una delle tre Gilde disponibili, sapendo che ogni Gilda ha delle proprie caratteristiche, che influenzano il tipo di attacco delle vostre carte, e quindi la strategia di battaglia. Le Gilde sono:

1. La “Warrior Guild”, specializzata nelle carte di tipo Arma, dotate di alti valori offensivi.
2. La “Voyagers Guild”, che predilige le carte di tipo Nave e Località, con alti parametri difensivi.
3. La “Summoners Guild” è specializzata in carte di tipo Eidolon e Magia.

Appartenere ad una Gilda piuttosto che ad un’altra influenzerà anche il tipo di carte che potrete acquistare al Card Shop, o che potrete vincere. Tuttavia, è possibile anche ottenere carte tipiche delle altre Gilde: per averle dovrete sfidare gli altri giocatori online in quel momento, appartenenti ad una Gilda differente dalla vostra.