Poche ore fa Square Enix ha annunciato di essere al lavoro su un nuovo videogioco intitolato Life is Strange. Questo sarà disponibile prossimamente su PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One e PC e sarà il frutto di una collaborazione tra la compagnia del Chocobo e DONTNOD Entertainment, software house francese che lo scorso anno ha pubblicato l’action-adventure Remember Me per PC, PS3 e Xbox 360.
Della collaborazione tra S-E e l’azienda parigina avevamo accennato per la verità agli inizi di giugno, ma i primi dettagli del progetto sono stati svelati solo oggi sul Blog di Square Enix.

 

Life is Strange

 

Il gioco viene presentato fin da subito come un qualcosa di innovativo e di completamente diverso da ciò a cui ci ha abituati Square Enix. A conferma di questo, viene subito chiarito che Life is Strange uscirà in forma episodica, e che la storia narrata in ciascun capitolo varierà a seconda delle scelte effettuate negli episodi precedenti. Un sistema che per Telltale Games (società statunitense autrice del celeberrimo The Walking Dead) si è rivelato vincente, e che ultimamente viene preso in prestito da molte software house (tra queste anche Red Thread Games con Dreamfall Chapters), vuoi per esigenze economiche vuoi per alcuni vantaggi legati alla pubblicazione a episodi, primo fra tutti la possibilità da parte degli sviluppatori di apportare dei miglioramenti “in corso d’opera”, ossia tra un episodio e l’altro, sulla base del feedback ricevuto.

Proprio per via della forma episodica, l’aspetto più importante di Life is Strange sembra essere la trama, che per il momento è stata abbozzata in questo modo: dopo cinque anni di lontananza dalla propria città natale, Max Caulfield torna nell’immaginaria Arcadia Bay (nell’Oregon) e scopre che Rachel Amber, sua ex compagna di scuola e amica, è scomparsa in circostanze misteriose e piuttosto sgradevoli. Insieme alla sua migliore amica Chloe, Max deciderà di investigare sulla sparizione di Rachel e scoprirà di possedere un potere speciale: quello di riavvolgere il tempo.

“Con un potere di questo tipo, cosa cambiereste?”, chiede Square Enix sul proprio Blog. E ancora: quali sarebbero le ricadute delle nostre scelte? Sarebbero negative o positive?

“Tutti noi di DONTNOD siamo entusiasti di poter lavorare su un progetto così innovativo.
Non solo stiamo cercando di realizzare il miglior gioco possibile, ma pensiamo si tratti del tipo di esperienza videoludica che i giocatori stavano aspettando in termini di originalità”.

Queste le parole di Jean-Max Moris, direttore creativo di DONTNOD, cui fanno eco quelle di Jon Brooke, vice presidente dei marchi e del marketing di Square Enix Europe:

“Fin dal primo assaggio di Life is Strange abbiamo capito che DONTNOD ha creato un’esperienza di gioco davvero unica.
Tutti quelli che hanno potuto vedere le prime immagini di gioco si sono innamorati immediatamente del suo stile e della sua atmosfera particolare”.

A Life is Strange sono già stati dedicati una pagina Facebook e un account Twitter, utili per non perdere nessuno dei futuri aggiornamenti sul progetto.

    

    

Per finire, DONTNOD e Square Enix hanno solleticato ulteriormente la nostra curiosità mostrandoci le primissime immagini del gioco, dalle quali si evince lo “stile ispirato alle vignette disegnate a mano” cui fa cenno il comunicato stampa diffuso oggi dalle due compagnie.