«Final Fantasy Versus XIII fu il primo Final Fantasy per il quale mi misi a comporre musica. Dal momento che si trattava di uno spin-off, non percepii la pressione che avrei potuto sentire con un capitolo numerato della serie. Fu un modo “soft” di avvicinarmi alla serie, anche se, come tutti sanno, il gioco finì per diventare un capitolo principale.
Quando il gioco divenne Final Fantasy XV, fu un momento molto importante per me. Parte della pressione era stata mitigata dal fatto che diverse musiche che avevo scritto per Versus XIII erano già state accettate. Sarebbe stato molto più pauroso se avessi dovuto ricominciare da capo. Invece, circa un terzo delle musiche che avevo scritto per Versus XIII andarono a finire in FFXV.
Ci sono state evidenti differenze tra i due direttori [Nomura e Tabata, ndr]. Con Nomura ci voleva molto più tempo perché ottenessi l’ok per un nuovo brano. Rifletteva a fondo su ciascun brano, e spesso chiedeva delle modifiche. Ciononostante, una volta che diceva di essere soddisfatto di un brano, allora questo non necessitava di ulteriori modifiche, se non minime. Tabata, invece, spesso mi dava il via libera quasi immediatamente, ma poi chiedeva numerosi cambiamenti in un secondo momento.
Hanno modi di lavorare molto diversi che riflettono le loro personalità».
~ Yoko Shimomura

[EDGE Magazine, #314, gennaio 2018]