Il 31 dicembre 2018, in Final Fantasy XIV, è iniziato il quinto Heavensturn, ovvero l’evento dedicato al capodanno su Eorzea.

Immediatamente dopo l’evento natalizio, sono arrivati puntuali anche i festeggiamenti del nuovo anno che, come di consueto, si basano sull’oroscopo cinese e, nel nostro caso, sul segno del Maiale. Yoshida e il suo team hanno preferito trasformare questo animale totem in un cinghiale, creatura ben più carismatica e idealizzabile.

In questo evento dovremo scoprire perché la popolazione di Limsa Lominsa, da sempre città di partenza della festa, non è a conoscenza dei festeggiamenti e anzi pensa siano stati annullati o sostituiti con qualcos’altro. Infatti, parallelamente, un devoto del segno zodiacale del Gatto avrà tutta l’intenzione di romperci le uova nel paniere, cercando di convincere tutti che il prossimo sarà appunto l’anno del felino anziché quello del cinghiale. Il Guerriero della Luce dovrà dimostrare quale sarà il vero segno zodiacale del 2019, ottenendo un caratteristico ingrediente per creare fantastici biscotti di riso con i quali attirare la popolazione della città costiera nei propri stand. Dovremo quindi affrontare dei pericolosi ciclopi, gli unici a poter pestare il riso con abbastanza forza da fargli ottenere la giusta consistenza per i biscotti.

L’evento, che durerà fino al 15 gennaio, ci ricompenserà con due kabuto sulla cui sommità è evidente un cucciolo di cinghiale. In un negozio nella piazza dei festeggiamenti, infine, potremo comprare i famosi biscotti e un kadomatsu, tradizionale decorazione giapponese che in questo caso richiamerà il segno del maiale.