Categorie

 

Team di sviluppo:
  • Produttore esecutivo: Hironobu Sakaguchi
  • Programmazione: Nasir Gebelli
  • Sviluppo: Hiromichi Tanaka, Koichi Ishii
  • Designer: Akitoshi Kawazu
  • Musiche: Nobuo Uematsu
  • Riarrangiamento musiche: Tsuyoshi Sekito
  • Design dei personaggi: Yoshitaka Amano
  • Illustrazioni: Yoshitaka Amano

 

Date di uscita:
JAPUSAEUR
 NES17-12-1988
 WonderSwan Color03-05-2001
 PlayStation31-10-200208-04-200314-03-2003
 Game Boy Advance29-07-200429-11-200403-12-2004
 Telefoni cellulari04-02-2005
 PlayStation Portable07-06-200724-07-2007
 PlayStation Network (PS vers.)08-07-2009
 iOS25-02-201025-02-201025-02-2010
 PlayStation Network (PSP vers.)22-02-201102-03-2011
 Android21-12-201221-12-201221-12-2012

 

Il mondo è dominato dall’Impero di Palamesia, controllato dal malvagio Mateus, imperatore che riesce a sottomettere i mostri e si dice abbia fatto un patto con il diavolo per ottenere tutti i suoi poteri. Tutti i paesi del globo sono in lotta con l’Impero e si ribellano ad esso. La storia comincia con la fuga di quattro giovani: Firion, Maria, Guy e Leon. I quattro tentano di scappare dalla città di Finn, ormai occupata dalle truppe dell’Impero. Riescono a fuggire, ma in un bosco vengono feriti gravemente dai soldati imperiali. Qui vengono soccorsi dalla principessa Hilda, che ha costruito una base ribelle nella città di Altair dopo che il regno di Fynn è stato invaso dall’imperatore. Purtroppo all’appello manca Leon, sicuramente catturato dai soldati. Firion, Maria e Guy decidono di partire per andare a salvarlo…

 

 

Dopo l’incredibile successo di Final Fantasy era inevitabile che apparisse un seguito. Final Fantasy II arrivò nel 1988, ma non si trattò di seguito nel senso comune del termine. Si presentava piuttosto come un gioco a sé stante, accomunato al predecessore da elementi simili nel sistema di gioco e nell’ambientazione. Stipato in una cartuccia da 2Mb del NES, FFII narra di una ribellione contro un potere oppressivo, anticipando i temi di FFVI e VII. L’imperatore, assetato di potere, si è rivolto alla magia nera per assoldare perfidi mostri perché lo aiutino a conquistare il mondo. Il Regno di Fynn si è opposto a tali orde, ma è stato sopraffatto. Dopo la sconfitta, quattro guerrieri hanno tentato di sottrarsi al massacro, ma sono stati attaccati dalla cavalleria imperiale. Il guaritore Minwu li ha sottratti alla morte e ora tre di loro si trovano coinvolti nella ribellione organizzata dalla principessa Hilda. Graficamente e musicalmente simile all’originale, Final Fantasy II presenta una trama ancora più elaborata, insieme a una moltitudine di armi, armature, incantesimi, mostri e ogni altra specie di ammennicolo che ci si aspetterebbe di trovare in un episodio di Final Fantasy. Pur non rappresentando uno shock per i giocatori giapponesi, Final Fantasy II fu comunque un grande successo. Il cambiamento più importante riguarda l’abolizione delle classi di appartenenza e dei livelli di esperienza. In Final Fantasy II i personaggi migliorano nei vari campi compiendo particolari azioni (attaccare un mostro con la spada accresce l’attacco, mentre subire notevoli danni aumenta la difesa). Per la prima volta, il gioco mette il giocatore a capo di alcuni personaggi predefiniti (Firion, Maria e Guy). Final Fantasy II segna l’esordio dei Chocobo, di Cid e di creature come Leviathan, Bahamut e Behemoth. Vengono anche introdotte magie come Ultima, Meteor, Toad e Mini.
Il gioco è disponibile dal 2003 in un bundle per PlayStation chiamato Final Fantasy Origins (dov’è accompagnato dal suo predecessore, Final Fantasy I). Nel 2004 uscì poi per Game Boy Advance nella compilation Final Fantasy Origins: Dawn of Soul. Nel 2007, infine, fece capolino su PSP, sempre accompagnato dal capostipite della serie.