Final Fantasy XVI potrebbe essere in sviluppo «da almeno quattro anni». Lo ha affermato il noto giornalista Jason Schreier nell’ultimo episodio del podcast “Triple Click”, riportando quanto appreso da alcuni insider del settore.

Secondo Schreier, veterano di Kotaku approdato a Bloomberg News lo scorso aprile, il gioco potrebbe quindi arrivare in tempi più brevi di quelli che solitamente intercorrono tra l’annuncio di un titolo Square Enix e la sua pubblicazione. Qualche giorno fa su Twitter lo stesso giornalista aveva scritto: «Mi è stato detto da un paio di persone informate che il gioco è in sviluppo da un po’ e potrebbe uscire prima di quanto la gente pensa (ipotizzo: all’inizio del 2022)».

La previsione appare plausibile se si considera che il trailer pubblicato lo scorso 16 settembre mostra un gioco “in carne ed ossa”, con immagini catturate da PC (come Square Enix tiene a precisare a inizio video). Insomma, non si tratta di un breve teaser in CGI, come fu invece per Final Fantasy VII Remake nel 2015. A parere di chi scrive, sembra inoltre credibile che Square Enix abbia iniziato a pensare al sedicesimo capitolo della saga almeno quattro anni fa, tenuto conto che Final Fantasy XV è uscito nel 2016. Infine, ha senso che il director Hiroshi Takai si sia dedicato a FFXVI negli ultimi anni dal momento che il suo ultimo ruolo di peso in Square Enix – azienda di cui fa parte da quasi trent’anni – è stato quello di assistant director di Final Fantasy XIV: Heavensward nel 2015 (per Stormblood due anni più tardi è stato semplicemente supervisore allo sviluppo). Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere come al solito nei commenti!

 

Final Fantasy XVI è un action-RPG in single player sviluppato dalla Creative Business Unit III di Square Enix, divisione guidata da Naoki Yoshida che è anche producer del gioco. Il titolo, che al momento è privo di una finestra di lancio, uscirà in esclusiva temporanea su PlayStation 5.